fbpx

Val di Cornia

TOSCANA

Estesa tra i comuni di Campiglia Marittima, Piombino, San Vincenzo, Suvereto e Sassetta, la Val di Cornia è il luogo perfetto per scoprire la bellezza unica della natura e i sorprendenti reperti archeologici della zona. Di fronte all’Isola d’Elba, quest’area affacciata sul mare attrae i visitatori grazie alla combinazione di tradizioni risalenti alla Toscana medievale e delle più moderne attrazioni marittime estive.
La Val di Cornia, che vanta fertili pianure, colline e litorali, è detta anche “Giardino della Toscana”. La valle deve il suo nome al fiume che l’attraversa, il Cornia, che nasce nelle Montagne di Gerfalco e passa per la pianura di Suvereto, per poi scorrere per le zone di Campiglia e di Piombino, dove sfocia nel mare.
La Val di Cornia, immutata nei secoli, è ancora in gran parte ricoperta da boschi di querce, tigli e olivi, una densa macchia che offre l’habitat perfetto per varie specie animali, quali cervi, istrici, tassi, scoiattoli, ghiri e cinghiali selvatici. Ma quest’area turistica è anche indissolubilmente legata alla sua storia. Qui si possono osservare chiaramente i segni che le civiltà etrusca (Parco archeologico di Baratti e Populonia) e romana, le invasioni barbariche, così come lo sviluppo di chiese e castelli feudali, hanno lasciato dietro di sé. Visitare i parchi e il museo della Val di Cornia è d’obbligo. Grazie alle esperte guide locali e turistiche, i seminari creativi, le attività sportive e di trekking, questa zona offre un modo alternativo di vivere la storia e la natura.

Quality Made è sviluppato dal progetto S.MAR.T.I.C., “Sviluppo Marchio Territoriale Identità Culturale”, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, Programma INTERREG Italia-Francia Marittimo 2014-2020.